CHE COSA SONO I PCTO?

Dall’alternanza scuola lavoro (ASL) ai percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO)

La Legge 107/2015 ha reso i percorsi di Alternanza Scuola Lavoro obbligatori e parte dell’offerta formativa di tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado. La finalità consisteva nello sviluppo delle competenze previste nel Profilo Educativo Culturale e Professionale del corso di studi, utili ai fini orientativi e spendibili nel mondo del lavoro. 
La Legge prevedeva un monte ore obbligatorio per ogni studente di almeno 400 ore negli Istituti Tecnici, da svolgersi nel secondo biennio e quinto anno, e ne prevedeva una valutazione anche in occasione dell’Esame di Stato (oltre che requisito per l’ammissione allo stesso).
La Legge 145/2018 ha previsto una riduzione delle ore da 400 a 150 per gli Istituti Tecnici e una variazione nel nome: Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO).
Con riferimento a queste modifiche legislative, il MIUR ha predisposto delle “Linee Guida” su cui si è espresso più volte il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.
Allo stato attuale:
• Si parla di Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO);
• Cresce l’attenzione per le competenze trasversali, spendibili sia nel mondo del lavoro che nella quotidianità (competenza personale, sociale e la capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale, competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturali);
• Cresce l’attenzione per l’orientamento: si predispongono percorsi per gli studenti basati su contesti di esperienza utili a favorire la conoscenza di sé, delle proprie attitudini, delle proprie competenze in funzione di una scelta post diploma più consapevole e ponderata (favorire l’orientamento);
Sono previste minimo 150 ore (negli Istituti Tecnici);
• L’espletamento dei percorsi è requisito d’accesso per l’ammissione all’esame di maturità ed è considerato in sede di colloquio orale

FINALITÀ DEI PCTO

La finalità dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento: formazione integrale della persona e del sé in qualsiasi modalità (quindi, invero, non solo attraverso i PCTO ma grazie a tutto il lavoro educativo e formativo) e in qualsiasi contesto (non solo relativamente alla dimensione lavorativa e occupazionale).
I PCTO rappresentano un’occasione preziosa in cui crescere, comprendere l’utilità del proprio curricolo, utilizzare quanto appreso ma apprendere anche altro, scegliere e agire responsabilmente. In un’ottica di “apprendimento permanente”, continuando quel processo educativo e formativo che consente di “migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze, in una prospettiva personale, civica, sociale e occupazionale” (L 92 del 28.06.2012, articolo 4, comma 51).

I PERCORSI NEL NOSTRO ISTITUTO

Il nostro Istituto negli anni ha stipulato un numero rilevante di convenzioni con enti, compagnie, comuni, uffici tecnici, associazioni e aziende del territorio e ha permesso anche agli studenti di proporre delle convenzioni non precedentemente attivate ma strettamente connesse ai propri interessi.
Sulla base delle modifiche introdotte con la Legge 145/20018, il nostro Istituto è intervenuto con i relativi aggiustamenti conservando tutti i progressi e i successi raggiunti negli anni precedenti e adattando l’organizzazione e l’offerta ai nuovi orientamenti europei (sviluppare conoscenze, abilità e competenze utili in una prospettiva di consapevole e pieno sviluppo del cittadino di una società complessa).
I percorsi attivati dal nostro Istituto prevedono, dunque:
• Formazione in aula o presso la Struttura Ospitante (per acquisire conoscenze e competenze trasversali). Qualora regole di comunità limitino gli spostamenti (come in situazione di emergenza sanitaria per epidemia), la formazione potrà essere erogata in modalità a distanza;
• Didattica curricolare in stretta correlazione con il Profilo Educativo Culturale e Professionale;
• Incontri con esperti delle diverse aree tematiche, conferenze aziendali. Tali incontri, qualora regole di comunità limitino gli spostamenti, continueranno ad essere proposti con modalità a distanza;
• Attività di stage presso l’ente/azienda.
Alcuni dei nostri partner nei PCTO:
FAI, Fondazione Torino Musei, Unione Montana Val di Susa, Sacra di San Michele, Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea, Unicredit, Compagnia San Paolo, Sorint.Lab

FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA E SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO

I percorsi di PCTO prevedono obbligatoriamente una formazione in materia di “Salute e Sicurezza sui luoghi di Lavoro” ai sensi del D. Lgs n. 81/08 s.m.i.
Tale formazione si compone di una parte generale (4 ore) comune a tutti gli indirizzi e una parte specifica, il cui monte ore varia a seconda dell’indirizzo di studi (12 ore per il corso CAT, 4 ore per i corsi AFM, SIA, TUR, PIT).
La formazione generale viene svolta autonomamente dagli studenti su piattaforma ministeriale on line.

Gli studenti dovranno accedere al Portale www.istruzione.it/alternanza, registrarsi (con codice fiscale e email personale dello studente) e, dopo l’abilitazione a cura della scuola, scegliere dal menù a tendina l’area “Sicurezza” che include la funzionalità che permette di seguire il corso sulla formazione di base predisposto dall’INAIL in modalità e-learning, dal titolo “Studiare il lavoro”.

Il corso è composto da 7 moduli con test intermedi; consistono in lezioni multimediali, esercitazioni, video, giochi interattivi e un test di valutazione finale, della durata di 4 ore complessive.
A seguito della valutazione finale positiva (in caso di esito negativo bisogna ripetere il modulo), verrà generato un Attestato che, dopo essere stato validato dal Dirigente Scolastico, potrà essere recuperato dallo studente nell’apposita sezione (sicurezza > Attestato corso > Azioni > esporta attestato).

La formazione specifica invece, sarà erogata dall’Istituto, in presenza oppure on line secondo necessità, successivamente al completamento della parte di formazione generale.

PERCORSI INDIVIDUALI PRESSO STRUTTURE OSPITANTI

Come accennato sopra, sono previsti percorsi individuali che ciascuno studente può scegliere in base ai propri interessi e alle proprie propensioni. L’Istituto ha già attivato o attiverà convenzioni con vari Enti/Aziende ma lo studente può anche proporne di nuovi.
Prima dell’avvio di qualsiasi Percorso, l’Istituto stipula una Convenzione (secondo apposita Modulistica) con la Struttura Ospitante. Quindi anche eventuali progetti individuali proposti dal singolo studente devono essere presentati preventivamente ai Referenti PCTO di Istituto o ai Tutor PCTO di classe.
Seguirà la predisposizione di un Progetto. Ciascun progetto contemplerà obiettivi specifici dell’attività proposta, tempi e calendario di svolgimento, firma del Tutor scolastico, del Tutor aziendale e dello Studente.
L’Istituto provvederà alla copertura assicurativa.
Tali progetti vanno svolti in orario extracurricolare o, meglio, nei periodi di sospensione dell’attività didattica.
L’esperienza di PCTO può essere svolta in qualsiasi luogo del territorio nazionale e, ricorrendone le condizioni (sempre previa convenzione), anche all’estero.
In mancanza di un iter burocratico corretto nella forma e nella tempistica (stipula convenzione e progetto formativo), l’attività svolta non sarà inserita nei PCTO né l’Istituto offrirà la copertura assicurativa per la stessa.

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PERCORSO

La Struttura Ospitante si occuperà di registrare la presenza giornaliera di ciascuno studente in un apposito Foglio firme predisposto dall’Istituto. Qualsiasi assenza (non segnalata/concordata) o comportamento negligente verrà segnalato all’Istituto.
Inoltre, al termine dell’attività la Struttura Ospitante certificherà le ore effettivamente svolte dallo studente su apposito Certificato di esperienza e compilerà un Foglio di valutazione dell’attività svolta e delle competenze acquisite.
In riferimento alla Carta dei Diritti e dei Doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza, gli studenti dovranno firmare (se maggiorenni) o far firmare da un genitore (se minorenni) un Patto Formativo, in cui si impegnano a rispettare le norme in materia di privacy, igiene, salute e sicurezza, nonché eventuali regolamenti interni alla Struttura.
Tale documentazione, reperibile in questa pagina nella cartella Modulistica PCTO studente, deve essere stampata e consegnata alla Struttura Ospitante dallo studente il primo giorno di stage. Al termine del percorso il Tutor aziendale la restituirà compilata allo studente, che non appena rientrato a scuola dovrà consegnarla al Tutor scolastico. L’Istituto avrà cura di inserire i dati dei PCTO di ogni singolo studente su piattaforma ministeriale.
Per i percorsi individuali inoltre, è prevista la compilazione di un questionario auto valutativo che lo Studente avrà cura di conservare, in quanto memoria del percorso svolto, utile per la relazione sulle attività PCTO che lo Studente dovrà presentare all’Esame di Stato.

ITCG G. Galilei

Avigliana (TO) - Italy

Contatti Istituto

+ (39) 011 932 8042
Via G.B. Nicol, 35 - Avigliana (TO)